Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 07/11/2019 - 16:33

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

MATTEUCCI Florido
Città di Castello (PG) 12.3.1858 da Andrea e Lucia Nocetti - S'ignorano luogo e data di morte

Studente a Pavia aderisce all'Internazionale. Inizialmente in contatto con la Sezione del Ceresio di Nabruzzi, Malon, Zanardelli, si orienta contro le tesi legalitarie da essi propugnate e nel febbraio 1877 partecipa a Milano ai lavori del Congresso della Federazione Alta Italia dell'Internazionale, sostenendo le ragioni della minoranza insurrezionalista. Tra gli organizzatori del tentativo di sollevazione popolare del Matese, viene arrestato prima dell'inizio delle operazioni. Processato e condannato nel dicembre 1878 per contravvenzione all'ammonizione e per "uso di passaporto altrui", scarcerato all'inizio del 1879.
Imputato del processo di Firenze nel novembre 1879, viene dimesso dalle carceri nel gennaio 1880 e assegnato a domicilio coatto per 2 anni a Pantelleria, ma riesce a sfuggire ai carabinieri che lo volevano arrestare, e raggiunge il cognato a Lugano /TI (il mese successivo lo raggiunge la moglie). Partecipa al congresso anarchico italiano di Chiasso del 5.12.1880 accanto ad altri compagni residenti a Lugano come Grassi, Cafiero e Marzoli. Poco dopo  si stabilisce  a Ginevra, poi a Cannes, Marsiglia, Alesssandria d'Egitto, a Nizza, Mentone...
Espulso dalla Francia e dalla Spagna, nel 1885 si stabilisce ancora in Svizzera, a Lugano/TI, dove risiede per tre mesi ca. Arrestato illegalmente il 24 giugno 1885 a Chiasso/TI sul treno in direzione Como da parte dei carabinieri italiani, sconta 2 mesi di carcere a Perugia. Poco dopo l'arresto, su sollecito delle autorità del Canton Ticino, la Svizzera richiedeva ufficialmente che il Matteucci dovesse essere rientegrato immediatamente in Ticino e chiese la punizione dei funzionari italiani: l'Italia riconobbe l'illegalità dell'arresto su territorio elvetico, ma comunicò che ormai il Matteucci aveva lasciato l'Italia per l'America: quindi incidente chiuso (Feuille fédérale suisse)
Emigrato in Argentina, a Buenos Aires. Qui fonda e dirige il giornale Il Progresso, collabora saltuariamente a La Scintilla e a La Rivendicazione.

FONTI:
DBAI // GB per l'arresto illegale del giugno 1885 a Chiasso e le scuse dell'8.11.1885 da parte italiana, vedi Feuille Fédérale Suisse, No 12, 24.3.1886, Rapport à l'Assemblée fédérale par le Conseil fédéral // Gazzetta Ticinese, 27.6.1885 per l'arresto //



CRONOLOGIA: