Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 11/08/2019 - 18:35

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

PISTOLESI Agostino

Insegnante, professore di lingua francese, giornalista



Città di Castello 19.2.1856 da Tommaso e Maria Anna Bertolucci - Milano 1885

Agli inizi del 1876 è con F. Matteucci fra gli artefici della ricostruzione della locale sezione internazionalista, fondando il Circolo di studi economici e sosicale e dirigendo Il Patatrac. Partecipa con Malatesta, Cafiero, Emilio Covelli, Francesco Pezzi, ecc. al III Congresso internazionalista di Firenze dell'ottobre 1876. Due anni più tardi ottiene il diploma di professore di lingua francese. Nel 1878 a causa della sua diffusione di scritti, viene coinvolto nel famoso processo di Perugia contro i "28 malfattori".
Ricercato, nel 1879 si rifugia a Lugano /TI. In seguito alle pressioni della Procura di Perugia, viene tratto in arresto il 16.4.1879 dalle autorità elvetiche, ma grazie all'interessamento del prof. Ippolito Pederzolli e dell'avv. Battaglini, il Tribunale federale respinge la richiesta di estradizione del 23 aprile: ..."Le informazioni date dalla Legazione d'Italia non hanno fornito alcun schiarimento di natura tale a designare i crimini e delitti che l'associazione dei malfattori (di cui P. farebbe parte) è accusata d'aver fatto parte o commessi o aveva scopo di commettere...": In seguito anche al processo di Perugia viene dichiarato innocente (maggio 1880). Nel frattempo a Lugano stringe amicizia con Malon, col quale pubblica in appendice all'Avanti! "la storia del socialismo in Italia, "breve ricostruzione delle vicende dell'Internazionale in Italia dalle origini fino agli eventi più recenti", che esce anche su L'Avvenire di Modena.
Tornato a Milano nel 1880, viene assunto poi a Il Secolo, di cui diviene in poco tempo redattore. In questi anni continua a collaborare con la stampa socialista.
Muore di tubercolosi.


FONTI:


GB // DBAI / Journal de Genève, 12.6.1879




CRONOLOGIA: