Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 19/08/2022 - 17:35

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

SALA Pellegrino
Calzolaio

Rubbiano 1.8.1870 da Giuseppe e Francesca Torraca - S'ignorano luogo e data di morte

Milita nel movimento libertario di La Spezia sin dal 1893. Nel 1904 sostituisce Giuseppe Farina alla gerenza del settimanale Il Libertario di Binazzi.
Nel maggio 1905 per evitare 2 anni di carcere per reati di stampa, si rifugia in Svizzera. Mentre si trova a Bellinzona /TI, viene a conoscenza che il 3 luglio la Corte d'assise di Sarzana gli ha inflitto 3 anni di reclusione per un articolo antimilitarista apparso sul periodico. Si sposta tra le città elvetiche nell'intento di far perdere le tracce. In ottobre si trasferisce a Basilea dove rimane fino al gennaio 1907. Poi probabilmente a Zurigo.
Nel novembre 1912 è di nuovo a Basilea, ma il 20.1.1912 (???) viene raggiunto da un decreto di espulsione ed è consegnato a Como alle autorità italiane e tradotto nelle carceri di Sarzana.
Per effetto di un'amnistia è rimesso in libertà nel febbraio 1914. Poi abbandona la militanza.

FONTI: DBAI


CRONOLOGIA: