Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 01/08/2022 - 19:26

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

TONON Gino

Calzolaio, muratore



Adria 24.9.1901 da Luigi  e Clelia Boccato - S'ignorano data e luogo di morte

Prende parte alle agitazioni del bienno rosso. Nel luglio 1922 viene condannato a 1 anno di carcere per diserzione, pena sospesa per cinque anni. Nello stesso anno emigra in Francia a Aix-les-Bains, sempre nel movimento.
Nel 1935 Il Risveglio di Ginevra lancia una sottoscrizione tra gli emigrati italiani a favore di Clelia Boccato, madre di Tonon, condannata a 2 anni di confino da scontare a Filadelfia (CZ) per offese al capo del governo.

In questo periodo, secondo il Prefetto di Rovigo, T. utilizzerebbe come falso nome "Gino Cardonia". Nel dicembre 1935 incontra a Ginevra Luigi Bertoni: i due esaminano "la possibilità di intensificare la distribuzione del giornale anarchico".
In Francia si occupa con altri compagni dell'introduzione in Italia di stampati antifascisti, nascosti sui carri ferroviari diretti nel regno. Dal 1942 se ne perdono le tracce.


FONTI:

GB / DBAI / Risv. 5.10.1935 per la madre /




CRONOLOGIA: