Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

ALBERTINI Enrico Angelo (Henri)

Gioielliere, orefice



Bijoutier



Borgosesia 18.9.1887 -

Immigrato in Svizzera con la famiglia a fine Ottocento.

Nel 1909 si trova in carcere in Spagna a Montjuich all'epoca della fucilazione di Francisco Ferrer. Liberato si reca a Barcellona durante la sommossa e venne arrestato e trattenuto in carcere per circa 6 mesi, quindi estradato nel 1910. Si stabilisce in Francia e viene arrestato come anarchico pericoloso nel febbraio 1912, poi rilasciato ed espulso.

Rientra in Svizzera sempre nel 1912 per ca due mesi a Ginevra GE, ricercato invano nell'agosto 1912 dalla polizia elvetica per la presenza dell'Imperatore tedesco, ma già nel mese di luglio è in Francia, poi arrestato nell'ottobre 1912 e condannato a 2 mesi di carcere per infrazione al decreto di espulsione.

(abbonato al Risveglio anni Venti e Trenta ?)

 

Info del 6.01.2022 di Piero Ambrosio dal CPC di Roma e dall'Associazione italiana combattenti volontari antifascisti di Spagna (Aicvas):

"Di Giuseppe e di Rosa Naula, nato il 18 settembre 1887 a Borgosesia, bigiottiere.
Emigrato in Svizzera con la famiglia nel 1891. Militante anarchico, in stretto contatto con Errico Malatesta e Luigi Bertoni, esplicò un’intensa attività in Svizzera, Francia e Gran Bretagna.
Nell’ottobre del 1911 fu sospettato di preparare, assieme ad altri, un attentato alla vita di Vittorio Emanuele III e del presidente del Consiglio dei ministri, Giovanni Giolitti. Nel 1912 fece parte di un comitato contro la guerra italo-turca, che raccoglieva fondi per sussidiare i disertori italiani che si fossero rifugiati in territorio elvetico. Espulso dalla Francia, essendosi reso contravventore al decreto, il 22 ottobre fu arrestato e condannato a due mesi di carcere.

Dopo varie traversie, nel settembre 1915 si stabilì a Paterson, negli Stati Uniti, addetto alla redazione di “Era Nuova”. Pochi mesi dopo si rese nuovamente irreperibile: essendo iscritto nel “Bollettino delle ricerche” (nonché nella “Rubrica di frontiera”) negli anni seguenti giunsero alle autorità consolari italiane varie segnalazioni sul suo conto da diverse città americane.
Partì da New York, per arruolarsi nelle brigate internazionali, ai primi di febbraio del 1937, munito di passaporto rilasciatogli dal consolato spagnolo. Non è noto quale incarico gli sia stato affidato. Lasciò la Spagna il 12 settembre 1938, diretto a New York: sbarcato in quella città il 26 ottobre, fu trattenuto dalle autorità di immigrazione perché sprovvisto di regolare passaporto.

Non si hanno altre notizie. "


18.09.1887 -
Il est expulsé d'Espagne en 1910 en tant qu'anarchiste, puis de France en février 1912 pour cause de sabotage.
Il se réfugie en Suisse, à Genève, où il est en relation avec des anarchistes connus. A la fin de l'année 1912 il quitte Genève pour Bâle ou Zurich.


FONTI:

GB-ME // Service de la police administrative et judiciaire de Genève 1911-1912 / Verzeichnis von Anarchisten ... agosto 1912, E21/14565 - info di W. Portmann / Risv 18.12.1909 incarcerato in Spagna/ Risv.+Rév. 24.2.1912 arresto in Francia, 23.11.1912, 22.12.1917 / Piero Ambrosio (a cura di) "In Spagna per la libertà". Vercellesi, biellesi e valsesiani nelle Brigate internazionali 1936-1939, Borgosesia, Isrc Bi-Vc, 1996 /




CRONOLOGIA: