Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 11/12/2019 - 14:56

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

PEPE Marino Antonio Raffaele
Patrocinatore legale


Fiumefreddo Bruzio (Cs) 19.6.1848 da Florestano e Innocenza Tero  (o Toro) - San Lucido, novembre 1920.

Fonda una società operaia di tendenza repubblicana e nel 1873 si mette in contatto con i gruppi internazionalisti che operano nel meridione. Nel 1874 partecipa alla fondazione del Il Grido del popolo. Nuovamente accusato di cospirazione contro i poteri dello Stato e incitamento all'odio tra le classi sociali nel 1876.

La sua permanenza in Italia diventa impossibile, ed emigra in Svizzera, a Lugano/Ti e Chiasso/TI.

Rientra in patria nel 1907. Nel 1909 è a Ancona e fa parte della redazione dl giornale repubblicano Lucifero. Due anni dopo si trasferisce con la famiglia  a San Lucido dove viene denunciato per un articolo.
Nel 1913 per sfuggire alla giustizia, emigra in Francia, frequentado ambienti anarchici. Nel 1914 rientra in Italia.

FONTI:
Katia Massara e Oscar Greco, "Rivoluzionari e migranti, dizionario biografico degli anarchici calabresi", BFS 2010



CRONOLOGIA: