Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 14/08/2022 - 16:16

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

VERONESI Domenico (Mereghin busia)
Maniscalco, muratore


S. Paulo (Brasile) 20.3.1894 da Giuseppe e Chiliana Vincenzi - Non si conoscono...

In data imprecisata entra in Italia e si stabilisce a Medolla, entrando in contatto con gli ambienti anarchici. Aderisce al locale Circolo libertario. Buon oratore viene coinvolto nel furto delle mitragliatrici e condannato a 1 anno e 3 mesi per aver il 9 maggio del 1920 a Villafranca, in un pubblico comizio, invitato i lavoratori ad armarsi per distruggere tutte le autorità.

Per sfuggire alla repressione fascista, nel 1922 si trasferisce a Verona. Da qui espatria in Francia e poi in Svizzera dove, nel 1925 si sposa. Si sposta di continuo per lavoro: nel 1926 a Montoux (Alta Savoia), nel 1928 in Svizzera a Delémont /JU e nel 1929 a Perlen /LU.

Nel 1931 è in Francia, a Annemasse dove la polizia lo sospetta che rappresenti il movimento Giustizia e Libertà. Rimasto disoccupato, rientra in Italia nel 1936, a San Prospero, presso parenti. Senza lavoro, indigente con 5 figli, forse costretto dalle necessità, chiede l'iscrizione al Partito fascista: domanda respinta. Lavora poi a Modena come muratore.

FONTI:
Andrea Pirondini, "Anarchici a Modena. Diz. biografico", MIlano 2012 // GB //


CRONOLOGIA: