Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

TONETTI Dante

meccanico in ascensori, poi commerciante nel settore ascensori



Milano 30.10.1889 da Anacleto Paolo  e Adele Malberti - 1969 (?)
Fratello di Giovanni.

Immigrato a Ginevra GE con i genitori e il resto della famiglia (quindi anche Giovanni Tonetti) il 12.2.1909. Rientra in Italia per il servizio militare da fine maggio 1915 al 1919.

Venne respinta per due volte la richiesta dei cittadinanza svizzera.


(segnalato nel CPC Roma dal 1930 al 1941, iscritto alla Rubrica di frontiera - busta 5148)

_________________

Scheda di Roberto Tonetti, 2.08.2020:

Nasce a Milano in via Carlo Maria Maggi 14 il 30 ottobre 1889 da Anacleto Tonetti e Adele Malberti, secondogenito di quattro fratelli. Fratello di Giovanni Tonetti e nipote (di zio) di Attilio Tonetti.

Di lui ho scarse notizie e non conservo alcuna foto certa. Il fascicolo preso l’archivio politico centrale a Roma ha scarsissima documentazione e, per problemi vari, le foto dei documenti sono andate perse, ma non ricordo accuse particolari, se non quelle generiche di essere un anarchico.

Da quanto riportato dagli Archivi Federali Svizzeri, il Dante afferma di essersi trasferito a Ginevra coi genitori e la famiglia il 12 febbraio 1909.

Si sposa nel 1922 a Ginevra con Frieda, una cittadina svizzera di Sursee, cantone di Lucerna, di nome Frieda Hügi.

Nella sua prima domanda di naturalizzazione del 2 febbraio 1932 si legge che dal 27 maggio 1915 al 1° settembre 1919 fu in Italia a svolgere il servizio militare, che non ebbe figli, che era cattolico e che svolgeva il lavoro di meccanico di ascensori.

Si riporta che i suoi genitori Anacleto Tonetti e Adele Malberti e la sorella minore Maria ottennero la cittadinanza svizzera il 14 giugno 1919 (notizia confermata dai siti sotto indicati e dal passaporto elvetico di mio bisnonno poi ritrovato)

http://www.ville-ge.ch/archivesenligne/archives/consultation/mcm/235/84466.html

http://www.ville-ge.ch/archivesenligne/archives/consultation/cra/78/17067.html

La moglie Frieda soffrì nell’aprile 1930 un grave incidente, cadendo dal balcone del quarto piano a quello del piano di sotto a Ginevra in rue de Fribourg (notizia riportata anche dai locali quotidiani elvetici).

La sua domanda di naturalizzazione svizzera viene rifiutata due volte per motivi economici: nel 1932 e nel 1940. Nonostante il fatto che fosse un gran lavoratore esperto di ascensori, non avesse precedenti penali e non frequentava sovversivi, la domanda fu entrambe le volte rifiutata in quanto non era economicamente in grado di sostenersi: si mette in evidenza che vivesse grazie agli aiuti del padre Anacleto.

Dal 1932 viveva in place de la Navigation a Ginevra.
Mio cugino, che lo ha conosciuto, mi dice che morì nell'estate 1969 a Ginevra senza mai aver ottenuto la cittadinanza svizzera, ma di questi due fatti non è certo.


FONTI:

GB / info di Roberto Tonetti 11.1.2019 - poi scheda del 2.08.2020 /




CRONOLOGIA: