Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

DE FRANCESCHI Massimino (Massimo) Bartolomeo

Pittore ritrattista, disegnatore



S. Pietro Incariano (VR) 17.12.1862 da Nicola e Giovanna Polioni - Si ignorano luogo e data di morte.

Dapprima professa principi socialisti, poi anarchici. Figura tra i promotori di una conferenza di Luigi Molinari tenuta a Verona nel dicembre 1892.
Nel 1895 si reca in Svizzera a Rotkreuz /ZG dove lavora come disegnatore presso uno stabilimento fotografico. Da qui l’anno successivo in compagnia di G. Pancirolli, si dirige a Ober Entfelden /AG. Nel 1898 si rivolge al console italiano a Ginevra al fine di ottenere il passaporto.
Ritorna a Verona nel 1899, ed è segnalato in un Elenco degli anarchici più pericolosi della provincia nel 1901, ma sembra che nel 1905 si trovi ancora in Svizzera: la polizia italiana ed elvetica attivano inutilmente le indagini per conoscere la sua nuova dimora...

Probabilmente è ancora in Svizzera nel 1912.

 


FONTI:

GB // DBAI / Andrea Dilemmi, "Il Naso rotto di Paolo Veronesi. Anarchismo e conflittualità sociale a Verona", BFS Pisa 2006 /




CRONOLOGIA: