Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

FURNO Costantino

muratore (stagionale)



Pianceri 30. 8.1864 da Antonio e Teresa Croso - Pianceri maggio 1923
 

Il 5 dicembre 1896 fu schedato nel novero dei sovversivi e ne fu compilata a scheda biografica, in cui, tra l’altro, si legge: «Nell’opinione pubblica riscuo­te buona fama. È di carattere aperto. Poca educazione. Mediocre intelligenza. Scarsa istruzione. È lavoratore assiduo.
Trae il sostentamento dal lavoro e da una piccola proprietà. [...] Non è ascritto ad alcun partito e venne designato quale anarchico perché nel 1892 era in intime e continue relazioni coll’anarchico Pitto Eugenio, pure di Pianceri, e perché in­sieme con costui organizzò in Pianceri la“Società di M. S. Unione e Progresso”, che poi si sciolse e della quale facevano parte varii anarchici. Non ha alcuna in­fluenza. [...] Non fa propaganda. Verso le autorità tiene buon contegno. Non ha mai preso parte a manifestazioni del par­tito». Ogni anno emigrava temporaneamente in Svizzera, per ragioni di lavoro, rimanendovi parecchi mesi. Non risulta­va che all’estero avesse subito condanne né che fosse stato espulso.
Il 12 rimpatriò da Montreux (Vaud), dove si era recato nel mese di marzo e fu sottoposto a vigilanza. Nel mese di mar­zo dell’anno seguente tornò in Svizzera, dove si trattenne fino al mese di dicem­bre. Il 22 marzo 1898 partì per Ginevra GE. Rimpatriò nel mese di dicembre dalla Francia. Il 4 aprile 1899 ripartì, lasciando credere che si sarebbe recato in Alta Savoia. Ritornato, come di consueto nel mese di dicembre, si trattenne al paese natale fino alla fine di marzo del 1901, quando ripartì per la Francia. Rimpatriò definitivamente nel mese di dicembre. Qualche mese dopo risultò che fre­quentava la compagnia di anarchici, era assiduo alle riunioni sovversive e si occupava di propaganda. Era ancora «opportunamente vigilato» nel maggio 1918, poiché continuava a nutrire idee sovversive.

Morì nel maggio 1923 e nel mese di settembre fu radiato dallo sche­dario dei sovversivi.


FONTI:

GB / scheda CPC Roma segnalata da Piero Ambrosio 14.1.2022 /




CRONOLOGIA: