Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 01/07/2017 - 12:22

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

FAURE S├ębastien
Giornalista, scrittore, editore, pedagogista



Saint-Etienne 6.1.1858 da Auguste - Royan 14.7.1942
.

Diventa anarchico nel 1888 dopo aver abbandonato il Parti ouvrier français e percorre la Francia per conferenze dai titoli provocanti: "Dodici prove dell'inesistenza di dio", "La pourriture parlementaire", "Ni commander, ni obéir", ecc. Nel 1895 fonda con Louise Michel Le Libertaire. Nel corso dell'affare Dreyfus fu uno dei leader in sua difesa. Neomaltusiano dal 1902 accanto a Eugène Humbert, sviluppa in seguito la pedagogia libertaria di Paul Robin. Nel 1904 fonda nei pressi di Rambouillet una scuola libertaria, chiamata "La Ruche".
Nel 1914 inizia a diffondere dei volantini pacifisti e antimilitaristi contro la guerra, propagandando la diserzione. Viene arrestato. Nel 1918 imprigionato per aver organizzato un comizio proibito.
Nel 1922 stampa nella sua tipografia La Fraternelle, il primo numero di La Revue anarchiste, poi assumerà la direzione e il coordinamento della Encyclopédie anarchiste. Partecipa a una vasta campagna di sostegno alle vittime della guerra di Spagna e si reca a Barcellona e sul fronte di Saragozza, ma le prese di posizionie della CNT/FAIb lo inducono a prendere delle distanze e a stilare un bilancio piuttosto negativo dell'esperienza spagnola.

Per la Svizzera
Collabora a Le Reveil socialiste anarchiste di Ginevra.
Tiene 4 conferenze a Ginevra nel marzo 1901 (su "L'Ideé de Dieu", commemorazione della Comune) e a Losanna /VD nello stesso anno. Ritorna per conferenze a Losanna nel 1902 e nel 1903. Decreto di espulsione  dal Canton Ginevra nel novembre 1903 a causa di conferenze in favore delle cucine comuniste (sciopero edile) dal titolo: "Bien être et liberté".
Nel marzo 1906 è ancora a Ginevra con i ragazzi de La Ruche presentando uno spettacolo. Nel settembre 1906 tiene conferenze a Ginevra, Losanna /VD, Neuchâtel e a La Chaux-de-Fonds /NE per raccogliere fondi e per propaganda sempre pe la sua scuola. Espulso nuovamente nel marzo 1907 da Ginevra, ma vi ritorna nell'ottobre 1909, sempre per conferenze.
Probabilmente ancora a Ginevra nel maggio 1912 per una conferenza sulla massoneria (la "Franc-Maçonnerie; pourquoi j'y suis, pourquoi j'y reste". In previsione di detta conferenza Le Réveil di Ginevra in una nota dichiara che la massoniera rimane un'associazione di difesa borghese... , fornitrice di governanti, ecc. ; "Non ci permette di vedere i quadri della massoniera altro che nemici da combattere" (Faure dimissionerà dalla massoniera nel 1914).

FONTI:
GB-ME // Journal de Genève // "Déclaration" in Le Rév. 11.5.1912 per la prevista conferenza //


CRONOLOGIA: