Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

FRIGG Ercole (Genova)
Genova 31.8.1917 - Zurigo ???

“Mio nonno emigrò, proveniente dal Canton Grigioni, intorno al 1860 per cercare lavoro a Genova. Qui si sposò con una genovese. Nacque mio padre ed anche lui prese moglie a Genova. Da questa unione nacqui io. A Genova ho completato la scuola dell'obbligo frequentando la scuola italiana, quindi, nonostante che sia in possesso del passaporto svizzero e viva oggi a Zurigo, non parlo il tedesco... Devo dire che mi sono sentito subito vicino all'anarchia. Il motivo è semplice: è un'idea che esprime un metodo di vita. Anarchia, è calore umano, solidarietà tra compagni, quello che spesso nei partiti non esiste. L'anarchia è un'idea che ti porta a pensare e a agire in modo differente dagli altri... Aderivo alla Confederazione generale del lavoro già nel '45... dove c'erano delle Camere come quella di Carrara e di Sestri Ponente, dove i segretari erano anarchici. Iniziammo a partecipare alle attività della CGL, ma subito abbiamo capito che il padrone era uno solo: il partito comunista. A poco a poco tutti gli anarchici ne sono usciti fuori...”
Nel 1971 è in Svizzera: ”Dopo un po' che ero a Zurigo sono andato alla Cooperativa dove ho trovato un vecchio anarchico, Bergamaschi [GB: si tratta di Giuseppe Bergamasco]. L'ho individuato subito senza volerlo. Aveva in mano un giornale anarchico americano di lingua italiana [GB: L'Adunata dei refrattari]. Dopo abbiamo avuto dei contatti con un gruppo di anarchici svizzeri con i quali abbiamo fatto delle riunioni... e manifestazioni di solidarietà con gli anarchici trucidati in Spagna ...”


FONTI:
GB / Da un'intervista tratta da Nuova Puglia, mensile della Federazione delle Associazioni pugliesi in Svizzera, Zurigo febbraio 1980 /



CRONOLOGIA: