Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

GRILLI Marino Bruto Armelino (detto il Gobbo)

Muratore, lavandaio



Lugo (RA) 12.1.1884 da Napoleone e Claudia Facchini – Bologna 20.10.1952

Residente a Bologna, è membro del gruppo anarchico Emilio Covelli, costituito nel novembre 1915.
Chiamato alle armi, svolge propaganda anarchica, diserta, ma viene arrestato e condannato a 3 anni di reclusione. Riesce a fuggire e si rifugia in Svizzera.
Rientra in Italia nel 1919 grazie all'amnistia, espatria nel 1923 in Francia, poi in Svizzera fino al marzo 1925 risiedendo  a Montreux /VD , dove lavora come operaio in una lavanderia.
In seguito si trasferisce in Francia nella città di Sonne nella Somme. Nel 1931 lavora all'isola di Port-Cros nei pressi di Tolone. Nel gennaio 1937 si reca in Spagna, arruolandosi (miliziano) nella Brigata Garibaldi nei servizi ausiliari. Ricoverato all'ospedale di Badalona nel maggio 1938 è operato di otite. Rientra in Francia a Port-Cros nell'ottobre 1938. Arrestato a Tolone con altri noti sovversivi del luogo nell'ottobre '39, viene internato nel campo di concentramento di Vernet d'Ariège, tradotto in Italia nel settembre 1941, inviato al confino a Ventotene per 4 anni. Liberato nel settembre 1943.


FONTI:

GB / DBAI




CRONOLOGIA: