Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

GUALDUCCI (GALDUCCI - alias Balducci) Pietro
Pittore, falegname, cameriere

Fognano nel comune di Brisighella (RA) 27.7.1871 da Eugenio e Rosa Bandini - Si Ignorano luogo e data di morte.

Nel 1893 a Firenze viene condannato per aver cantato canzoni anarchiche e l'anno dopo per resistenza ai carabinieri. Nel 1897 è volontario in Grecia. In Francia si arruola nella Legione straniera e resta 8 mesi in Algeria.

Torna in Italia agli inizi del 1898 e, dopo pochi mesi, si reca in Svizzera. Viene arrestato nel luglio 1898 a Losanna/VD con Zavattero e Gino Giovanni al Caffé socialista italiano, rue de la Madeleine, per "scandalo, minacce...": tutte e 3 espulsi due giorni dopo, verso Evian (Francia - rapp. polizia del 24.7.1898 - a nome GALDUCCI Pierre).
Il 9 settembre arrestato con certo Barbotti [o si trata di Barbatti? vedi] a Losanna, poi estradato a Ginevra, perché sospettato di complicità nell’attentato contro l’imperatrice d’Austria in quanto avrebbe dato ospitalità a Luccheni. Dichiarato il non luogo a procedere, è scarcerato poi subito espulso in quanto anarchico dalla Svizzera l'8 novembre 1898.

[pochi giorni dopo con Gyno (si tratta di GINO Giovanni, arrestato a Basilea), Martinelli (fabbricante di...lime), Jean/Giovanni Silva dom. a Ginevra, Romboli (arrestato in Ticino) e Cerutti. Probabilmente alcuni già espulsi in precedenza, mentre Gualducci ed altri ricondotti alla frontiera tedesca]???.

In seguito si trasferisce a Nizza sotto falso nome, viene arrestato ed espulso, poi si reca a Londra lavorando come falegname e cameriere.
Da Londra, torna nel continente nel 1901 recandosi in Svizzera, Francia e Belgio da dove viene sempre espulso e nel giugno ripara nuovamente a Londra. Non mancano contrasti con Malatesta durante le polemiche che seguono lo smascheramento della spia del consolato italiano Enrico Rubini. Nel 1909 raccoglie fondi per le manifestazioni a favore di Francesco Ferrer e tiene molte conferenze, svolgendo pure un'intensa attività contro la guerra con, tra gli altri, Emidio Recchioni e considerato in quegli anni una delle menti direttive del mov.anarchico di Londra. È tra gli oppositori al fascismo e nel 1923 viene accusato di aver tentato di organizzare un attentato a Londra contro il re d'Italia. Nei suoi articoli accusa Mussolini di aver organizzato l'uccisione di Matteotti. Nel 1934 il Consolato italiano informa che, anche se affetto da paralisi che non gli permette di svolgere il suo lavoro di imbianchino, continua ad essere nocivo all'Italia
(vedi DBAI per altre info).

FONTI:
GB // DBAI // Claude Cantini, "La lutte contre les anarchistes..." // Decreto di espulsione del Consiglio federale, 8 novembre 1898  // Gazzetta Ticinese, 16.9.1898 // Journal de Genève, 14.10.1898, 14.11.1898 // Gazette de Lausanne 14.11.1898 //



CRONOLOGIA: