Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 10/08/2022 - 18:34

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

GUERRA Armand (ps di ESTIVALIS CALVO José María)

Tipografo, cineasta spagnolo, attore, traduttore






Liria (Valencia) 4.01.1886 – Parigi 10.3.1939.

Arrestato nel 1907 a Valenzia nel corso di uno sciopero dei tipografi. Nel 1908 insieme al fratello Vicente si stabilisce a Parigi dove milita nel movimento anarchico.
Nel 1909 è a Ginevra, attivo nel gruppo anarchico Germinal. Corrisponde con Pedro Vallina (medico anarchico allora rifugiato a Londra), scrive sul Réveil anarchiste con il nome di "Sipavitse" (anagramma del suo nome) e dal 1910 al 1914 su Tierra y Libertad, settimanale anarchico cubano pubblicato all'Avana.
Nel 1911 si reca in Italia, poi Cairo, Turchia, Romania, Belgrado, Salonicco, sempre controllato dalla polizia. Si stabilisce in Francia nel 1913, dove realizza "Un cri dans la jungle", "Les misères de l'aiguille", "Le vieux docker", "La Commune"...
Nel 1915 è a Losanna /VD dove lavora come tipografo.
Nel 1917 a Madrid crea una sua impresa di cinema “Cervantes film”; realizzando 6 film.  Nel 1920 ritorna a Losanna /VD in visita dal fratello Vicente, poi dal 1920 al 1931 svolge diversi mestieri nell'area del cinema a Berlino: attore, traduttore, regista. In seguito ritorna ancora in Spagna con il fratello Vicente lavorando al Cine Popular Espanol. Nel 1936 esce la pellicola "Carne de Fieras" e collabora ad altri documentari sulla Rivoluzione spagnola: "L'Indomptable", "Nosotros", "Popular Filme", "SIA", "Tierra de La Habana", "Umbral"... Per le sue posizioni libertarie e antistaliniste viene arrestato l'8.4.1938 dal SIM (servizio di investigazione militare controllato dal Partito comunista) e rimane incarcerato fino al 26 agosto sulla nave Uruguay nel porto di Barcellona, poi agli arresti domiciliari. Con l'intervento degli anarchici, in particolare del segretario generale della CNT Mariano Vasquez, nel febbraio 1939 riesce ad imbarcarsi per Sète, poi a sfuggire ai campi di concentramento francesi.
Nel 1992 viene riscoperto il suo film “Carne de Fieras” dalla cineteca di Saragozza.

 


FONTI:

GB // Eric Jarry in Bollettino archivio Pinelli, No 18, dicembre 2001, Milano // "Esbozo de una enciclopedia histórica del anarquismo espanõl", 2001 // "Increvableanarchisme.org" //




CRONOLOGIA: