Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 29/04/2022 - 11:42

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

LAMBERTINI Ugo
Tipografo

Imola (BO) il 1.1.1871 da Francesco e Teresa Marcini - Imola 11.8.1952.

Nel 1886 conosce personalmente Andrea Costa, di cui resterà intimo amico per tutta la vita. Nel 1889 diventa segretario del Circolo I figli del lavoro, organizzazione che riunisce le varie correnti del movimento operaio cittadino. Nel febbraio 1890 ricostituisce la Sezione anarchica imolese. Nel periodo 1890-1894 è nel gruppo redazionale della lunga serie di giornali anarchici imolesi ripetutamente censurati (La Plebaglia, La Rivendicazione, La Propaganda, La Libera parola, ecc.). Promotore e animatore della Tipografia sociale, impresa autogestita. Nel luglio 1894 si rende latitante per sfuggire alla cattura, in seguito all'attentato a Crispi. In ottobre è condannato a 2 mesi di detenzione per associazione sovversiva e reati di stampa.

In dicembre viene proposto dalla commissione provinciale a 3 anni di domicilio coatto, da scontare a Porto Ercole, ma si rende nuovamente latitante emigrando in Svizzera. Il 28 febbraio 1895 gli viene infilitta un'altra condanna a 5 mesi di detenzione e una multa per reati di stampa. Vengono emessi due mandati di cattura, ma Lambertini è ancora in Svizzera, a Bellinzona /TI, dove tra l'altro fa parte di Umanitas. Nel settembre 1896 tiene due conferenze sull'anarchismo a Bellinzona del cui gruppo è referente.

Tenta di recarsi in Grecia con Cipriani per combattere contro la dominazione turca, ma nel maggio 1897 viene arrestato a Castel Bolognese e l'anno dopo confinato a Lipari, rilasciato nel 1900. È tra i promotori della Cooperativa tipografica imolese, nel 1901 partecipa come delegato al Congresso anarchico romagnolo a Rimini, nel 1919 presidente della Camera del lavoro.
Nel 1938 è radiato dal novero dei sovversivi.


Als Hervorragendes Mitglied des anarchistischen Vereins Humanitas in Bellinzona signalisiert.

FONTI:
GB-ME // DBAI // AFS: E21 14002, Bundesanwaltschaft, Verzeichnis der Anarchisten 1889/1898 //


CRONOLOGIA: