Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 29/04/2022 - 11:42

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

LEONARDI Emilio Emidio

Meccanico



Mechaniker




Ascoli Piceno il 5.8.1889 da Giovanni e Pacifica Valori - Courbevoie (Francia) 17.9.1929.

Trasferitosi a Milano nel 1912, si fa notare perché interviene alle iniziative del movimento libertario. È chiamato alle armi dall'agosto al dicembre 1913. Nel giugno 1914 viene arrestato perché sospettato di aver collocato unabottiglia eplosiva nel Parco di Milano, sotto il palco delle autorità, e di averla fatta esplodere durante una rivista militare; in novembre sospettato di fabbricare ordigni dinamitardi e "rimpatriato" ad Ascoli Piceno. Agli inizi del 1915 è a Milano, e poco dopo in Francia, dove risulta volontario nel corpo garibaldino.

Richiamato alle armi come soldato nella milizia territoriale di Verona, il 25.8.1916 si rifugia a Ginevra GE, dove si lega agli anarchici italiani ed elvetici. Il 3 settembre viene arrestato nel quartiere di Plainpalais nel corso di una manifestazione dei "Jeunes scoialistes" viene arrestato insieme a Federico Giordano Ustori, Enrico Arrigoni e Dario Fieramonte, e il 12 settembre epulso dalla Svizzera. Al rifiuto delle autorità tedesche di fargli raggiungere l'Olanda, quelle elvetiche rispondono internandolo nel campo di Witzwill /BE, poi scarcerato con gli altri nel mese di novembre o dicembre. In seguito trova lavoro a La Chaux-de-Fonds /NE.

Verso la metà del 1918 è segnalato in Germania, nella Foresta nera, insieme a Arrigoni, Giordano e Fieramonte, poi rientra in Svizzera, nel Canton Neuchâtel. Perseguitato dalle autorità, gli viene decretato l'espulsione dalla Svizzera il 14 marzo 1921, ritardato da un ricorso, in seguito imprigionato a Berna il 21 maggio 1921 ed epulso alla frontiera italiana il 23 maggio.

Nel 1923 emigra definitivamente in Francia. Muore a Courbevoie il 17.9.1929, dopo essere stato investito con la sua motocicletta da un'auto.
Lascia la sua compagna, Aline Stauffer.


Emilio Emidio Leonardi (* 5. August 1889 in Ascoli Piceno - 17. September 1929 in Courbevoie).

Mechaniker, 1915 in Frankreich als Kriegsfreiwilliger im Garibaldiner-Korps, 1916 als Militärflüchtling in die Schweiz, Verhaftung am "Roten Sonntag", Internierung in Witzwil und Ausweisung, 1918 mit Arrigoni, Fieramonte und Giordano im Schwarzwald, danach in Bern. 1921 Ausweisung und Rückkerhr nach Mailand, 1923 Emigration nach Frankreich.


FONTI:

GB / ME / DBAI / Risv. 23.9.- 21.10.1916 - 16.12.1916 per la scarcerazione da Witzwil / 5.10.1929 Risveglio / ulteriori precisazioni e scheda in tedesco a cura di Egon Günther del 17.11.2012 - dicembre 2012 / Réveil 11.6.1921 per l'espulsione /




CRONOLOGIA: