Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 16/02/2021 - 09:52

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

LINGG Louis
Falegname




Mannheim (Baden - Germania) 9.9.1864 da Friedrich - USA 10.11.1887
.

Lavora a Strasburgo e a Freiburg (Germania) dove si iscrive a una società educativa per lavoratori; poi diventa falegname e frequenta l'apprendistato nella Wanderschaft. Viaggia nel sud della Germania e giunge in Svizzera.

A Berna, conosce agli attivisti germanici, tra cui Kammerer*. In un periodo di repressione/espulsione dalla Svizzera di numerosi anarchici tedeschi ed austriaci a causa degli attentati perpetrati da Kammerer* e Stellmacher* in Austria, si aggiunge l'ordine di rientrare in Germania per il servizio di leva. Quindi nella primavera 1884: "... arrivò il giorno in cui la mia permanenza in Svizzera non era più a lungo possibile a causa dell'obbligo militare. Non avevo il desiderio di passare tre degli anni migliori della mia giovinezza nel servizio militare per difendere il trono, l'altare e il danaro, né di soddisfare i capricci di qualche idiota testa coronata nel causare gli assassini di massa comunemente chiamati guerre".

Nel luglio 1885 sbarca a New York, poi si reca direttamente a Chicago dove si iscrive all'Internazionale dei falegname, al sindacato "Chicago 's Carpenters Union" e al movimento anarchico.
Per le bombe di Chicago del 4 maggio 1886 viene condannato a morte per impiccagione, l'esecuzione prevista per l'11.11.1887: "Non riconosco la vostra legge, messa su in qualche modo da sconosciuti dei secoli passati, e non riconosco la decisione di questa corte. Vi dirò sinceramente che sono a favore della forza. Ho già detto al capitano Schaack: se usano i cannoni contro di noi, noi useremo la dinamite contro di loro... Voi ridete. Forse pensate 'non ne lancerai più di bombe'; ma lasciate che vi assicuri che muoio felicemente sulla forca, così sicuro come sono che le centinaia e migliaia ai quali ho parlato ricorderanno le mie parole, loro le lanceranno le bombe! Con questa speranza vi dico: 'io vi disprezzo'. Disprezzo il vostro sistema, le vostre leggi, la vostra autorità basata sulla forza".

Rifiuta di chiedere la grazia, si toglie la vita il giorno precedente l'esecuzione, il 10 novembre 1887, inghiottendo una bomba fatta a sigaro.

Alcuni suoi pensieri di prigionia, saranno pubblicati sul Freiheit (rivista che appariva simultaneamente in America e in Germania, fondata da Johan Most) del 16.3.1888.



FONTI:
GB // Claudia Baldoli, "Il nostro maggio", Ed. Spartacus 2005 // RA.forum - R. Rocker // Louis Lingg - Wikipédia //



CRONOLOGIA: