Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 29/04/2022 - 11:42

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

LODI Carlo
Tipografo, straccivendolo, guardia notturna

Buccinasco (MI) 20.2.1868 da Paolo e Annunziata Fassina - Milano 26.4.1940

Lascia l'Italia nel 1892 e viene arrestato nel luglio 1894 in un caffé a Ginevra non solo per aver approvato pubblicamente l'attentato di Caserio, ma per aver dichiarato di essere stato sorteggiato per uccidere Crispi e il Kaiser tedesco.
Espulso dal Canton Ginevra, ritorna clandestinamente a Milano, dove nell'agosto 1894 viene arrestato ed assegnato al domicilio coatto alle Tremiti per 3 anni. Nel 1897 viene arrestato insieme a Carlo Scolari, Pietro Capelli, Pietro Tagliaferri, ecc. e deferito per associazione a delinquere come membro del Gruppo anarchico di Porta Ticinese. Nuovamente al domicilio coatto a Lampedusa, ottiene la libertà condizionale e ritorna a Milano nel dicembre 1897.
Nel marzo 1898 firma l'appello "Al popolo italiano!" apparso nel supplemento straordinario de L'Agitazione e dopo i moti milanesi del maggio espatria, stabilendosi in Svizzera,  lavorando a Zurigo, Basilea, Oberland bernese.
Ritorna a Milano alla fine del 1914, sopravvivendo con diversi mestieri. Nel 1929 è segnalato come straccivendolo, nel 1934 come guardia nottura, nel 1939 è senza fissa dimora, "dorme negli asili notturni" e viene arrestato nel settembre per "questua".


FONTI: DBAI


CRONOLOGIA: