Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 11/08/2019 - 18:35

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

PAGANI Amos o Amus
Meccanico attrezzista

Dergano (comune di Affori, ora Milano) 5.8.1889 da Pietro e Maria Travella Mincio - s'ignorano luogo e data della morte.

Nell'ottobre 1914 gli vengono sequestrati quattro pacchi contenenti cromolitografie di carattere sovversivo provenienti dalla Svizzera.
Atto abile nel 1917 si rende renitente espatriando in Svizzera e per questo viene condannato dal Tribunale di guerra.
Amnistiato torna in Italia. Nel 1927 viene denunciato con altri perché sospettato di essere "compartecipe dell'organizzazione di un complotto" contro il duce e pertanto assegnato al confino per 3 anni a Ustica e Ponza. Rilasciato nel 1930 si trasferisce a Milano e l'anno successivio espatria clandestinamente all'estero. Segnalato prima a Losanna /VD e dal 1937 a Parigi.

Risulta attivo nell'emigrazione italiana anarchica in Francia: secondo la polizia fa parte di una rete, coordinata da Giulio Bacconi residente a Marsiglia, mirante a “una ripresa di attività cospirativa in direzione Italia”. A questo scopo il 10 ottobre 1937 si trasferisce clandestinamente a Lugano /TI.
L'utima segnalazione nel suo fascicolo personale è del 17 aprile 1943: i coniugi Pagani risultano residenti in Francia.

(espulso dalla Svizzera nel 1936 o 1937?)



FONTI: DBAI - GB -


CRONOLOGIA: