Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 01/08/2022 - 19:26

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

UMIDETTI Giuseppe

Maniscalco, gerente bar



Crema, Ospedale degli Espositi, 11.7.1869 ("gravida illegittima") -
Sposato nel dicembre 1896 con Erminia Pioda, sarta, di Locarno.

Dom. a Bellinzona TI nell'ultimo decennio dell'Ottocento.

Il 24.2.1896 arrestato con Perego Luigi e Lombardini Ugo a Bellinzona, per "schiamazzi notturni e ribellione" e nel corso dell'operazione viene trovato in possesso dell' "Inno dei malfattori" e di un "manifesto al popolo che comincia colle parole: "Se fosse men viva la nostra fede" e termina colle altre "Viva la rivoluzione sociale".
Viene espulso [GB: prob. solo dal Cantone?] e segnalato alla Questura di Milano. Torna a Crema, ma già dal 7 marzo riparte per Milano e probabilmente per la Svizzera, dato che il 2 aprile il decreto di espulsione risulta essere sospeso.

Responsabile del Bar Orientale in Piazza Collegiata. Organizza conferenze di Libero Merlino a Bellinzona, Lugano, Biasca (1903-1904).
Nel 1909, a Bellinzona, riapre l'Albergo della Cervia in Piazza delle Ore (inaugurazione con applaudito concerto della Melodia di Bellinzona, danze, ecc. - Popolo e Libertà, 4.10.1909).

Nel 1911 la Prefettura di Cremona chiede informazioni alla sottoprefettura di Crema perché è stato spiccato un mandato di arresto a Bellinzona per bancarotta fraudolenta: Umidetti risulta irreperibile...
Ma secondo Gazzetta Ticinese del 1912: ..."la corte di Assise ha condannato per fallimento doloso (fatti avvenuti due anni orsono) Giuseppe Umidetti, già proprietario del 'Cervo' a un anno di detenzione e sua moglie Erminia nata Pioda a 6 mesi... Entrambi erano stati arrestati a Buenos Aires. Essi avevano già abbondantemente scontata la loro pena".


FONTI:

GB / Rapporti di polizia, lista anarchici residenti nel Canton Ticino 1902, 1903, 1904 / [casell.pol.centr. Roma-non visionato]  ma fonti consultate da Nicola Marton Horvath, info del 17.9.2014: ACDS CPC busta 5267 fasc. 014270, AC CR, registro atti di nascita comune di Crema, AC CR, registro atti di matrimonio del Comune di Crema / Popolo e Libertà, 4.10.1909 / Gazzetta Ticinese 7.11.1912 /




CRONOLOGIA: