Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 11/12/2019 - 14:56

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

CENCI Sante Geronimo Caleri
sarto

Rimini 10.10.1858 da Filippo e Giustina Marcaccini - Nanterre, 19.9.1933

Si trasferisce da ragazzo a Pesaro per l'apprendistato di sarto, ed aderiscealla locale sezione dell'AIL. Viene sottoposto a regime dell'ammonizione nel luglio 1880. Condannato a 3 mesi di carcere e a 6 di sorveglianza speciale nel 1881. Nello stesso anno sconta 2 anni di domicilio coatto a Favignana. Nel 1884 apre un laboratorio di sartoria a Rimini. Nel 1886 si trasferisce a Roma e nel 1889 a Como.
Nello stesso anno, in giugno, emigra in Svizzera, a Lugano lavorando presso Isaia Pacini, poi rientra in Italia, a Como, nel 1890. Dopo un processo (per schiamazzi!) con la difesa di Pietro Gori, si rifugia a Lugano  ancora presso Pacini, poi si stabilisce a Chiasso, dove è segnalato unitamente a Luigi Greppi, Alfredo Villa e Francesco Mimi.
Nel 1892 è in Francia, da cui viene espulso. Rientra a Como nel 1894, assegnato al domicilio coatto per 3 anni. Prosciolto con la condizionale nel 1896, emigra nuovamente in Svizzera, da cui verrà espulso con altri 35 anarchici, il 23 settembre 1898 (vedi per altre info: ARCHIMEDE Guido).
Poi si reca in Inghilterra, dove nel 1902 è tra i firmatari con Malatesta del programma del foglio anarchico La Rivoluzione sociale. Nel 1911 si trasferisce a Parigi.

(nel 1894 risulta a La Chaux-de-Fonds)

FONTI:
GB / Emilio Gianni, "L'Internationale italiana fra libertari ed evoluzionisti", Pantarei 2008 / Maurizio Binaghi, Addio, Lugano bella, A. Dadò editore, Bellinzona 2002 / Decreto di espulsione del Consiglio federale del 23 settembre 1898/



CRONOLOGIA: