Cantiere biografico
degli Anarchici IN Svizzera








ultimo aggiornamento: 19/08/2022 - 17:35

FILTRI:  Solo Donne  Solo di passaggio  Solo collaboratori dall'estero  Solo non anarchici  Solo non identificati  ultime modifiche 
Cantoni:
 AI AR AG BL BS BE FR GE JU GL GR LU NE
 NW OW SG SH SO SZ TI TG UR VS VD ZG ZH
inverti selezione cantoni     vedi sigle

AI Appenzello interno
AR Appenzello esterno
AG Argovia
BL Basilea campagna
BS Basilea città
BE Berna (anche città - capitale)
FR Friborgo (anche città)
GE Ginevra (anche città)
JU Giura
GL Glarona
GR Grigioni
LU Lucerna (anche città)
NE Neuchâtel (anche città)
NW Nidwaldo
OW Obwaldo
SG San Gallo (anche città)
SH Sciaffusa (anche città)
SO Soletta (anche città)
SZ Svitto (anche città)
TI Ticino
TG Turgovia
UR Uri
VS Vallese
VD Vaud
ZG Zugo (anche città)
ZH Zurigo (anche città)
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutto       Crea un PDF 

FAURE √Čtienne

Calzolaio, venditore ambulante



Saint-Etienne (Loire) 23.8.1837 - Saint-Etienne 1.2.1911

Agli inizi del 1871 milita al "Club de la rue de la Vierge" a Sant-Etienne, covo dei rivoluzionari animati dallo spirito internazionalista. Il 24 marzo fa parte della delegazione che si reca all'Hôtel de Ville [Municipio], che occupa per tre giorni, procedendo all'arresto delle autorità municipali e costituisce il Comitato insurrezionale, ricevendo il posto di Commissario centrale della polizia municipale.

Fugge alle autorità militari che rioccuppano il Municipio rifugiandosi a Ginevra GE. Viene condannato in contumacia il 29.2.1872 alla deportazione in una fortezza. A Ginevra partecipa alla Société des réfugés. Pubblica un opuscolo in cui si esprime senza peli sulla lingua sul conto di alcuni suoi compagni - Durbize e Jolivalt. Tra i fondatori dell'Association anarchiste de production des cordonniers [calzolai] nel 1877 a Ginevra.
L'8.5.1879 la sua pena viene commutata in 6 anni di bando ma nel marzo 1880, grazie all'aministia, può rientrare in Francia.

In Francia partecipa a riunioni radicali e socialiste, nel 1881 in una conferenza al circolo dell'Union des travailleurs espone il suo concetto di un collettivismo antiparlamentare. Il 21.11.1882 è arrestato ed accusato nel processo detto dei 66, per affiliazione all'Internazionale anarchica: condannato il 13.3.1883 a 2 anni di prigione, 5 anni di sorveglianza e 5 anni privato dei diritti civici.
In seguito continua l'attività distribuendo stampa anarchica, dirige dei cori di bambini, propone nel 1900 la costituzione di un'associazione in difesa degli inquilini, partecipa a una campagna antimilitarista nel 1905.


FONTI:

GB // DIMA
Opere: "La Commune en province. Un condamné par la cour d'assise de Riom devant  l'opinion publique", Ginevra 1872 (pp 29) / "Au Citoyen Garibaldi," Ginevra 27.1.1875 (pp 4) - (S. Faure figura tra i 54 firmatari) /




CRONOLOGIA: